Nuove genitorialità: la sfida delle professioni. Convegno gratuito 12 gennaio 2018

Istituto HFC presenta il suo quarto convegno annuale: Nuove genitorialità: la sfida delle professioni, che si terrà venerdì 12 gennaio 2018 dalle ore 9.15 alle 17 presso l’hotel Best Western Globus, in viale Ippocrate 119 a Roma (mappa).

La partecipazione è gratuita con prenotazione obbligatoria tramite il form in fondo a questa pagina. I posti disponibili sono limitati a 70: sarà possibile prenotarsi fino a raggiungimento del numero massimo.

Sospendere il giudizio, osservare e interpretare i cambiamenti, operare sulle nuove realtà: è ciò che viene richiesto ai professionisti delle scienze sociali e umane di fronte ai nuovi modelli di famiglia e genitorialità. Con questo convegno offriremo gli strumenti critici per comprendere fenomeni totalmente nuovi, o già esistenti e giunti all’attenzione collettiva per la loro crescita. Maternità e paternità ottenute con strumenti tecnologici; genitorialità omosessuale; specificità dei nuclei familiari migranti; ribaltamento dei ruoli nella posizione tra insegnante e genitore; ruolo delle generazioni precedenti nel modellare l’esperienza di essere genitori.

Il convegno è patrocinato dall’Ordine degli Psicologi del Lazio e da AIMeF, ed è in fase di accreditamento con l’Ordine degli Avvocati di Roma e con l’Ordine degli Assistenti Sociali.

Programma completo (qui il PDF: Nuove genitorialità. La sfida delle professioni – Programma convegno)

h 9.15 – Introduzione, saluti istituzionali
Dott. Cosimo Maria Ferri – Sottosegretario di Stato alla Giustizia
Dott.ssa Federica Anzini – Presidente Associazione Italiana Mediatori Familiari
Dott.ssa Elisa Caponetti – Coordinatrice GdL Psicologia Forense Ordine degli Psicologi del Lazio

h 10 – Figli della cicogna. Studi e riflessioni psicosociologiche sulla GPA (maternità surrogata)
Dott.ssa Simona Adelaide Martini – Psicoterapeuta psicodinamica, curatrice dei volumi Un fiore che sboccia. Le basi scientifiche dell’educazione all’affettività e alla sessualità (ed. Istituto HFC, 2015, scaricabile gratuitamente qui) e Psicosociologia della genitorialità. Il viaggio verso l’esperienza del divenire madre e padre (ed. Golem, 2017)

h 10.50 – Le Unioni Civili: normativa e dibattitto su stepchild adoption
Avv. Alessandra Gabbani – Avvocato del Foro di Roma. Consigliere Ordine Avvocati di Roma. Mediatrice familiare

h 11.20 – Coffee Break offerto da Istituto HFC

h 12 – Genitori migranti: la vita familiare in accoglienza tra bisogni, sogni e transizioni. Conversazione
Dott.ssa Laura Auricchio – Psicoterapeuta sistemico-relazionale, Centro Sprar per nuclei familiari, Comune di Roma
Dott.ssa Rita Marrano – Assistente sociale, Centro Sprar per nuclei familiari, Comune di Roma

h 12.40 – Genitori a scuola
Prof.ssa Silvia Dai Pra’ – Insegnante e scrittrice (tra gli altri: Quelli che però è lo stesso, ed. Laterza, 2011)

Ore 13.30/14.30: pausa pranzo

h 14.30 La storia degli affetti tra mediazione familiare, psicologia e diritto
Dott.ssa Enza Musolino – Mediatrice familiare. Direttrice scientifica Master Mediazione Familiare Università Cattolica e Istituto HFC

H 16.30-17 Conclusioni, domande

Conduce: Dott. Nicola Boccola – Direttore Istituto HFC

 

Clicca qui per il form per la prenotazione: sarà disponibile fino a esaurimento posti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ebook: Un fiore che sboccia: le basi scientifiche dell’educazione all’affettività e alla sessualità

La felicità del genere umano dipende da come i genitori crescono i figli (Donald Winnicott)

 

Un fiore che sboccia - Screenshot copertinaDa venerdì 20 novembre, in occasione della Giornata Universale dei Diritti dei Bambini, è possibile scaricare su questa pagina l’ebook Un fiore che sboccia – Le basi scientifiche dell’educazione all’affettività e alla sessualità, frutto del lavoro del dinamico collettivo di psicologi La Ghirlanda.

Per richiedere il download gratuito dell’opera clicca qui e compila il form.

Riceverai un’email di conferma all’indirizzo indicato – se non la trovassi cerca nella cartella spam. Dopo che avrai confermato la richiesta cliccando sul relativo link nell’email riceverai entro una settimana (ma solitamente entro 48 ore) le istruzioni per scaricare l’ebook in formato PDF.

Richiedendo l’ebook sarai iscritto alla newsletter di Istituto HFC e La Ghirlanda: riceverai saltuarie email con informazioni sulle nostre attività scientifiche.

 


 

Parlano dell’ebook

 

 

 

  • articolo gazzettaArticolo su Gazzetta del Mezzogiorno (20 novembre 2015); clicca per ingrandire

 

 

 

 

 

  • giornale di siciliaArticolo su Giornale di Sicilia (4 dicembre 2015); clicca per ingrandire

Dall’introduzione della curatrice Simona Adelaide Martini:

 

Viviamo in una strana epoca, in cui dare voce ai sentimenti e alle emozioni è diventato il tabù per eccellenza. Il tabù della modernità, mi viene da definirlo in un atto di voluta provocazione linguistica. E chi subisce, sopra tutti, queste innominabili prescrizioni affettive sono coloro che non possiedono ancora la capacità di liberarsene in un atto catartico e oppositivo: i bambini. I bambini sono fiori inesplorati che si aprono al mondo, sbirciando dall’alto della loro immensa curiosità e fame di conoscenza tutto ciò che accade intorno a loro. Ciò che incontrano, talvolta, sono spessi muri costruiti con la paura e il pregiudizio, che li porta a ritirarsi in gusci di silenzio e intransigenza verso i propri istinti e il proprio piacere. Il preludio della nevrosi, avrebbe decretato Freud. Il testo che andrete a leggere, costituisce un tentativo di delicata esplorazione e scoperta del mondo infantile, a partire dai primi passi del bambino nel mondo che lo circonda fino all’incontro con le ambivalenze e le difficoltà che la crescita comporta. Un testo che si pone come possibile bussola per una prima conoscenza di alcune tematiche fondamentali e costituenti dello sviluppo sessuale, affettivo e relazionale dell’individuo. Per non perdersi nei meandri della complessità della psiche umana e delle contraddizioni della crescita. Per non spaventarsi di fronte a situazioni nuove e sconosciute. Per orientarsi nelle risposte. Per incuriosirsi. Per scoprire il desiderio di nuova ed approfondita conoscenza. Per sorridere di fronte alla semplicità di una vita che nasce e cerca di trovare il suo posto nel mondo.

 

 


*